Umbria e Marche ponte 1 novembre 2011

29 ottobre – 1 novembre 2011

Uscita in camper per il ponte del 1 novembre. Visita ad alcuni paesi dell’ entroterra dell’ Umbria.

Corciano
Corciano

2 Equipaggi composti da

Autocaravan Rimor Superbrig 677 Tc

2 adulti e 2 cani labrador ( Zar – Nala)

Autocaravan Laika 9.1 g
2 adulti e 3 cani boxer ( Airon-Alessia-Blanca)

In totale 4 persone e 5 cani

Diario scritto da Andrea

Venerdi 28-10-2011 – Sansepolcro

 

Partenza come solito, nel tardo pomeriggio di venerdi, dopo una lunghissima giornata che sembrava non dover mai passare. La direzione già pronosticata da tempo era una breve gita in umbria e Marche. Questa volta però in direzione Urbino, Urbania, Acqualagna, Piobbico e Città di Castello.
Partiamo verso le 7:30 in direzione Sansepolcro, dove avevamo pianificato di dormire, e così è stato. Abbiamo trovato posto nell’ampio parcheggio a nord del paese, e qui abbiamo aspettato i nostri amici e compagni di viaggio, Maurizio e Francesca. Infatti loro arrivano quando noi abbiamo già cenato ma comunque ad un ora accettabile e pronti per prendere il caffè assieme. Pianifichiamo il giorno seguente e poi ci salutiamo per la nanna.

 

Sabato 29-10-2011 Sansepolcro-Urbino-Urbania

Palazzo Ducale ad Urbino
Palazzo Ducale ad Urbino

La mattina seguente, visto che il paese di Sansepolcro, a veder dalle piante informative lungo le mura, sembrava catturare il nostro interesse, decidiamo di ritardare la nostra partenza per Urbino e dare un occhiata in giro all’ interno della cittadina. Dopo circa un ora ripartiamo.
Arriviamo ad un parcheggio a terrazza già a noi noto nei pressi dell’ ospedale, in cui lasciamo parcheggiati i camper . Portiamo fuori le belve nere noi ( Labrador) ed i Boxer i nostri amici. Prima di pranzo breve giro in Urbino a curiosare il mercatino mattiniero locale. Una volta rientrati per il pranzo, riprendiamo la visita alla città. Partiamo dalla Fortezza Albornoz, da cui si può ammirare tutta Urbino nella sua bellezza. proprio di fronte il Palazzo Ducale  e la galleria d’ arte Marchigiana, e la Cattedrale. Visitiamo le chiese in cui già si stanno preparando i presepi fatti tutti in polistirolo da artigiani pensionati che tutti gli anni, ravvivano il Natale con queste creazioni veramente mozzafiato. Girelliamo su e giù per tutti questi vicoli fatti di mattoni rossi e ciottoli in mezzo alle case tutte di mattoni rossi faccia vista, con pendense veramente ripide da mettere in difficoltà un maratoneta di atletica leggera. Soddisfatti della giornata, decidiamo di rientrare ai camper per ripartire alla volta di Urbania, la città delle Mummie.
Una volta a Urbania, decidiamo di sostare per la notte all’ area attrezzata nei pressi del “Barco Ducale”

Barco Ducale a Urbania
Barco Ducale a Urbania

Barco Ducale a Urbania , un bellissimo complesso ( visto da fuori perchè ancora in ristrutturazione) costruito tutto in mattoni rossi a vista. L’ area camper, dotata di carico, scarico e rete elettrica gratuita, rimane proprio dietro a questo complesso ed è segnalata anche sulla strada principale ( Bocca Trabaria SS73 bis)

Domenica 30-10-2011 Urbania-Acqualagna

Come tutte le mattine, al risveglio facciamo correre i cani in questi bellissimi prati, e dopo aver dato loro mangiare e bere, ed anche noi aver fatto colazione, partiamo a piedi in visita della città , percorrendo la pista pedonale e ciclabile segnalata sul pannello informazioni all’ interno della area camper. Subito cerchiamo l’ uffico informazioni ed acquisito le varie documentazioni, raggiungiamo la Chiesa

La Chiesa dei Morti
La Chiesa dei Morti

dei Morti dove all’ interno risiede la cappella delle Mummie di Urbania. Interessantissima esperienza con ausilio della guida. Il Custode dei Morti, un signore avanti con l’ età che da quante volte racconterà le stesse cose, sembrano uscire da un MP3, ci racconta tutta la storia di questi personaggi che risale fino al 1600, rimasti sepolti ed ancora oggi conservati grazie ad una particolare Muffa il quale segreto non è ancora conosciuto. Visitiamo poi il Ponte dei cocci, Il Palazzo Ducale

Palazzo Ducale di Urbania
Palazzo Ducale di Urbania

(visto dall’ esterno e fotografato dal Ponte del Riscatto) e dall’ esterno anche il Teatro Bramante perchè chiuso ( aperto soltanto per visite guidate numerose). Rientrati per pranzo, e dopo i consueti “Obblighi” che il camper ci richiede, ripartamo per Acqualagna, la capitale del tartufo.
All’ arrivo sembra un caos totale, poi seguendo un cartello indicante il parcheggio camper, lo raggiungiamo e sostiamo i mezzi. Il paese era allestito a dovere con tantistands di vini, tartufo, dolciumi, formaggi e salumi, e tanto altro, pertanto non siamo riamasti solo a guardare…… abbiamo partecipato all’ economia di questo paese cenando a base di tagliolini al tartufo bianco e caldarroste con vino rosso.

In serata, dopo cena, ritrovo nel camper di Maurizio e Francesca per la sfida a carte “Uno”, accompagnata da dolci vari e “bicchierini” a 40° di alcool vario.

 

Lunedi 31-10-2011 Acqualagna-Piobbico-Città di Castello-Montone

Come tutte le mattine, portiamo fuori i cani per la solita passeggiata mattutina e dopo aver dato loro da mangiare, ripartiamo lasciandoci alle spalle anche questo paese, anche se dobbiamo dire che abbiamo visto ben poco dato che il tempo di permanenza è stato impiegato per visitare gli stands gastronomici allestiti in occasione della festa del tartufo, mancando poi per curiosare il resto del paese.
Si riparte in direzione Piobbico, dove il nostro interesse si sofferma al castello dei Brancaleoni

Castello dei Brancaleoni a Piobbico
Castello dei Brancaleoni a Piobbico

. Chiediamo la visita guidata, che dura circa un ora e mezzo. Si rivela molto interessante, e man mano che passa il tempo, più ci incuriosisce. Ovviamente le foto non mancheranno, anche perchè il castello lo merita. Per pranzo decidiamo di soffermarci in località del campo sportivo, dove c’è anche una cannella con acqua potabile ed pozzetto per il carico e lo scarico. Piobbico è un paese molto piccolo e decidiamo di ripartire a visitare Città di Castello. Parcheggiamo i camper all’ area attrezzata gratuita con camper service al di fuori delle mura, ma la visita durerà molto poco. Il nostro interesse viene catturato dalla torre circolare

La Torre Circolare a  Città di Castello
La Torre Circolare a Città di Castello

e dalla cattedrale, visitando anche la cripta dove giacciono le spoglie del vescovo dell’ epoca 580 – 600 D.C. di cui non ricordo il nome.
Da un manifesto locale, leggiamo di una festa, “Festa del Bosco”

La Festa del Bosco
La Festa del Bosco

in località Montone, ad una ventina di chilometri da Città di Castello. Decidiamo di muoverci intorno alle 17 circa ed in una mezzora arriviamo al paese. Subito emerge che ci sarà molto traffico, infatti molti parcheggi auto sono già pieni come quelli allestiti per i camper. Riusciamo a trovare posto in un piccolo parcheggio a fianco del campo sportivo, che dopo poco si riempie anche quello. Come iniziamo la visita d questo paese, emerge subito la certezza che sarà una bella serata. Bancherelle sparse in tutto il borgo, con vendita di formaggi e vini locali, caldarroste, vin brulè, tartufi, birra artigianale, ed altro. Decidiamo che una polenta con funghi e tagliatelle per cena possa essere un ottimo compromesso! Detto fatto, ma il vino come solito eccede anche perche oltre alla cena, il cannaiolo che abbiamo bevuto con le caldarroste affogate, ci dà il colpo di grazia. Alle 22,30 tutti a nanna, per riposarci per il giorno seguente in visita ad Umbertide.

Martedi 01-11-2011 Montone-Umbertide-Corciano-Rientro a casa

La serata trascorsa è stata veramente carina e piacevole, e sopratutto non era stata pianificata in alcun modo, solo che con tutti quei bancherelli e stands gastronomici, senza parlare della cena in trattoria a gustarci della buona polenta con funghi e tagliatelle al sugo del monte ci ha distolto a visitare le bellezze di questo paese. Appena alzati abbiamo provveduto a questa omissione. Macchina fotografica e via, si parte nuovamente in visita alla cittadina di Montone (8) .
Si riparte un ora più tardi in direzione Umbertide ( “Fratta” in antichità). Non rimaniamo molto soddisfatti della scelta del posto, quindi dopo una passeggiata tra i percorsi pedonali lungo Tevere e lungo il canale che fiancheggia le mura, scattato qualche foto (9) e poi si riparte nuovamente per un altra meta. Dal cilindro viene estratto Corciano, un paese a meno di 30 km. Anche Corciano si estende in collina, molto bello anche se per sbaglio visitiamo prima la Pieve Vescovile (10) , adesso in gestione alla scuola edile di Perugia che dista circa a 2 km da Corciano. Nel frattempo, dato che il posto è tranquillo è c’è anche il sole, decidiamo di pranzare nello spiazzo di fronte alla Pieve, lasciando un po’ liberi anche i cani di sfogarsi dallo stress provocato dal viaggio in camper. Solo più tardi ci rechiamo in paese

Corciano
Corciano

per visitarlo e camminare in mezzo ai vicoli stretti e deserti. Non manca l’ acquisto di olio fresco di raccolto, molto buono e pizzichino.
Verso le 16, decidiamo che è ora di rientrare, e impostiamo il navigatore con destinazione casa. In autostrada A1 troviamo un po’ di movimento, fino al Valdarno che diventa una vera coda per incidente al km 245 in direzione Milano, che abbiamo scoperto grazie al baracchino CB. L’ incidente coinvolge 5 auto che nell’ arco di un ora riesce a risolversi. Giunti a casa, il camper come solito viene lasciato pronto per la prossima uscita, che non tarderà ad arrivare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...